Sempre più spesso si sente parlare di bullismo, tutti lo conosciamo e sappiamo bene cos’è, ma come lo si può definire in modo chiaro ed inequivocabile?

 

Il Telefono Azzurro lo definisce così: “per bullismo si intendono tutte quelle azioni di sistematica prevaricazione e sopruso fisico e / o psicologico messe in atto da parte di un bambino/adolescente, definito “bullo” (o da parte di un gruppo), nei confronti di un altro bambino/adolescente percepito come più debole, la vittima”.

 

Possiamo parlare di bullismo in presenza di questi tre elementi ricorrenti:

1. le prepotenze e i soprusi vengono messi in atto in modo ripetuto e continuativo;

2. il bullo compie le sue azioni per affermare ed esercitare il suo potere sulla vittima;

3. i testimoni, non solo osservano senza intervenire in difesa della vittima ma più spesso ridono, incitano o addirittura filmano ciò che accade.

 

Come si manifesta il bullismo?

Il bullisimo può essere così identificato:

1. bullismo verbale che include: provocazioni, minacce, insulti, commenti inappropriati.

2. bullismo sociale: finalizzato a danneggiare la reputazione e le relazioni sociali della vittima con azioni precise come isolare qualcuno di proposito, dire ai bambini di non essere amici della vittima, metterla in imbarazzo, diffamare.

3. bullismo fisico che include comportamenti maneschi e violenti, ma anche la sottrazione o distruzione di oggetti personali.

4. cyberbullismo che si manifesta attraverso internet o il telefono cellulare.

 

Cosa possiamo fare per contrastare questo grave fenomeno?

Recenti studi scientifici hanno evidenziato come un buon concetto di sé, un buon livello di abilità sociali ed una buona base di autostima aiutino a raggiungere relazioni sociali gratificanti.

 

Tramite questo percorso di 5 incontri si forniranno alle bambine e ai bambini partecipanti i mezzi per riconoscere ed identificare il bullismo e gli strumenti necessari per prevenirlo, affrontarlo e contrastarlo in modo efficace.

 

Al fine di perseguire tale scopo si proporranno giochi, sperimentazioni con diversi linguaggi e pratiche motorie, volti a:

  • prendere consapevolezza del Valore del Sè ed implementare il senso di autoefficacia;

  • allenare una comunicazione assertiva;

  • promuovere le abilità sociali e l’alfabetizzazione emotiva;

  • implementare il problem solving e le tecniche di decision making.

 

Gli incontri, della durata di un’ora ciascuno, verranno condotti da:

  • Dottoressa Greta Incagnoli, psicologa, iscritta all’Albo dell’ordine degli psicologi della Regione Emilia Romagna;

  • Dottoressa Paola Tenaglia, specializzata in arte per la terapia;

  • Dottoressa Silvia Selenia Zani, chinesiologa.

 

Il percorso prevede 4 incontri con i bambini (15, 22, 29 novembre, 6 dicembre) ed un incontro conclusivo con i bambini ed i loro genitori (13 dicembre), dalle ore 16.30 alle ore 17.30.

 

Il percorso si attiverà con un minimo di 5 ed un massimo di 10 partecipanti, frequentanti le classi 2°, 3°, 4°, 5° elementare.

 

Il percorso è a prenotazione entro giovedì 11 novembre.

 

Il costo del percorso è di 70 €.

 

Per informazioni contattare Studio Animatamente al numero 380 867 09 09